Friction Table

Friction Table

Thomas Heatherwick

London, 2012

alluminio

Dall’arte al design, dagli interni all’architettura, sino al disegno di spazi urbani; classe 1970, inglese con studio a Londra, Thomas Heatherwick affronta le varie scale del progetto in modo trasversale unendole in modo sinergico. Con continui rimbalzi tra le varie discipline, una sensibilità poliedrica affascinata dalla sperimentazione a tutto campo, sia in campo materico, sia compositivo, con un’attenzione costante alla soluzione dei problemi. Con il progetto del Friction Table, realizzato in pezzo unico da Marzorati Ronchetti, il tema tavolo diventa occasione per unire alla risposta di un ‘tavolo estensibile’ l’invenzione di una nuova tipologia che muta la figura con un semplice movimento spingendo il bordo da un lato. La spinta provoca uno slittamento dei settori che compongono la forma unitaria e che, scivolando uno sull’altro, trasformano il cerchio iniziale in un ellisse dai bordi scalettati. Potrebbe essere la nascita di una ‘nuova specie’ del mondo dell’arredo: il ‘tavolo mutante’, ma ciò che appare sostanziale è il superamento del ‘semplice’ approccio formale di definizione dell’oggetto per spingersi verso una sperimentazione concreta in cui convergono sperimentazioni frutto di diverse sensibilità disciplinari.

Tutti i lavori