MAISON LOUIS VUITTON

MAISON LOUIS VUITTON

Peter Marino Architects

London, 2010

Acciaio elettrocolorato, legno e cuoio, cristallo

Nel quartiere londinese di Mayfair, è stata inaugurata nel 2010 la Maison Louis Vuitton. L’intero spazio è stato curato e progettato da Peter Marino che ha operato con discrezione per l’esterno, inventando una maglia metallica chiamata a fare da “filtro” tra esterno e interno, per coprire parte delle vetrine ed essere ripetuta come superficie espressiva anche negli interni. Questi invece offrono un’immagine che nulla ricorda degli edifici che li accolgono, organizzando un percorso avvolgente scandito da una complessa e ricchissima palette materica e decorativa, in grado di caratterizzare in modo compiuto gli spazi dedicati alle diverse collezioni. Varcata la porta d’ingresso, eseguita da Marzorati Ronchetti, e superata la passerella di accesso in vetro una scala dello stesso materiale parallela alla facciata presenta nell’immediato un taglio verticale che offre la vista dei tre livelli sovrapposti aperti al pubblico (cui si aggiunge il terzo piano dedicato ad accogliere vip e clienti d’eccezione su appuntamento in suite dedicate). Tra i vari ambienti, al piano terreno sulla destra un suggestivo e riuscito spazio a doppia altezza è dedicato alla collezione di borse da viaggio e valigie organizzate in uno svettante display di acciaio con mensole di legno bordate di pelle. Sistema espositivo che Marzorati Ronchetti ha eseguito su disegno e installato in sito, in parte retroilluminato sulle pareti cieche verticali, ed enfatizzato nella sua verticalità dal soffitto specchiante. 

Tutti i lavori