LADURÉE, HARRODS

LADURÉE, HARRODS

Studio Panetude

London, 2006

Lamiera di acciaio pressopiegata laccata, ottone e foglia d’oro

La storia del salone da tè parigino Ladurée risale al 1862, quando Louis-Ernest Ladurée apre una panetteria al numero 16 di rue Royale. La ricca decorazione degli spazi interni è affidata a Jules Chéret, celebre cartellonista dell’epoca,che inspirandosi alle tecniche pittoriche degli affreschi della Cappella Sistina e dell’Opéra Garnier, arricchisce la figura degli interni con fantasie dipinte sui grandi plafoni tra cui emerge l’Angelo Pasticcere che rimarrà il simbolo della pasticceria Ladurée. Il Salone de thé Ladurée permane come un simbolo di riferimento nella Parigi ottocentesca, trasformandosi nel tempo in un importante brand legato anche all’invenzione dei famosi macaron da parte di Pierre Desfontaines. Per il suo punto vendita londinese, all’interno del prestigioso grande magazzino Harrods, la pasticceria-sala da tè Ladurée, affidando la sua immagine allo studio Panetude, ha scelto un’immagine su strada che intende richiamare in modo esplicito la sua storia e il suo passato. La facciata realizzata su disegno da Marzorati Ronchetti, segue una griglia compositiva regolare organizzando all’interno delle sei partiture ottenute una grammatica decorativa di sapore ottocentesco con dettagli in ottone rivestiti di foglia d’oro, tra cui l’insegna centrale. L’intera superficie metallica di lamiera pressopiegata e i montanti strutturali che contengono le ampie vetrate e la doppia porta centrale d’ingresso sono verniciati con un morbido colore verde salvia, che risulta in sintonia e complementare alle decorazioni in cotto della facciata di Harrods.

Tutti i lavori